Gloria Cecchini

Un Natale più austero che ci riporta all’essenziale ,al cuore della nostra fede ; un Dio che si fa carne nei panni di un bambino che nasce in un umile capanna povero tra i poveri . Un Natale diverso ? Io penso di no , forse un po’ più uguale a quello di 2000 anni fa . Un Natale privo di tanti orpelli ,ma che può essere festeggiato con gioia e calore nei nostri cuori e nelle nostre famiglie . Che bel Natale intimo e pregno di significati ! Lo ricorderemo con piacere.


UPG Guest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.